gestione edilizia residenziale pubblica

Il Comune di Venezia, assessorato Politiche della residenza, mette a disposizione della cittadinanza circa 5500 alloggi (di cui il 96% di edilizia residenziale pubblica Erp) a Venezia centro storico, nelle isole e nella terraferma:

  • 5300 comunali
  • 200 di altri enti e privati

Mentre l'assegnazione degli alloggi resta di competenza dell'assessorato comunale, la gestione tecnica e amministrativa è stata affidata a Insula e comprende:

  • l'amministrazione degli alloggi (formalizzazione e gestione del rapporto contrattuale con l'inquilino)
  • la manutenzione straordinaria degli alloggi e delle parti comuni (che è a carico della proprietà)

Le attività di rapporto con gli inquilini sono presidiate dall'Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) di Insula.

 

amministrazione degli alloggi

Ogni anno Insula, attraverso l'Urp, riceve circa 6000 persone, curando in particolare:

  • la stipula dei contratti di locazione
  • la bollettazione degli affitti
  • il censimento e accertamento annuale dei redditi per la determinazione del canone di locazione
  • il monitoraggio degli incassi
  • la gestione delle morosità
  • la gestione dei contributi erogati agli inquilini con problemi sociali
  • la gestione dei rapporti con i condomìni e con enti e privati che concedono alloggi al Comune (ad esempio l'Ater - Azienda territoriale per l'edilizia residenziale della provincia di Venezia, l'Uppi - Unione piccoli proprietari immobiliari, l'Ivssp - Istituzione veneziana servizi sociali alla persona ecc.)
  • la consegna o il ritiro di alloggi, con le attività connesse (rilevazione dello stato dell'alloggio, verifica della chiusura delle utenze ecc.)
  • la cura dei rapporti con gli amministratori dei condomini interamente di proprietà del Comune
  • la cura dei rapporti con gli amministratori dei condomini misti

 

i numeri

  • 5000 immobili gestiti
  • 4700 operazioni di censimento e accertamento annuale dei redditi per i nuclei familiari
  • 260 operazioni di consegna o ritiro di alloggi

 

rapporti tra il conduttore (inquilino) e il locatore (Comune di Venezia)

Di seguito trovate il Vademecum inquilini (scarica il pdf) che contiene:

  • la disciplina per l'assegnazione e la fissazione dei canoni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica
  • il manuale d'uso degli alloggi e lo schema di ripartizione, fra comune e utenti, degli oneri accessori di gestione e di manutenzione

 

manutenzione straordinaria degli alloggi e delle parti comuni

Ogni anno Insula riceve circa 1500 segnalazioni per interventi di manutenzione a fronte delle quali vengono avviati mediamente 1000 interventi.

La manutenzione viene attivata a seguito di segnalazione (da parte dell'inquilino conduttore dell'alloggio, dell'amministratore di condominio, di organi istituzionali o attraverso sopralluoghi con personale interno) dell'Ufficio relazioni con il pubblico, che:

  • effettua le prime valutazioni di merito sulla competenza d'intervento (la manutenzione ordinaria è a carico dell'inquilino, la manutenzione straordinaria è a carico della proprietà)
  • valuta il grado d'urgenza
  • attiva le eventuali azioni di verifica e approfondimento (sopralluogo e accertamenti tecnici).

L'attività viene quindi presa in carico all'ufficio Manutenzioni edilizia residenziale che:

  • constata tipologia ed entità dell'intervento
  • provvede all'affidamento a ditta specializzata, individuata attraverso gare d'appalto o, per importi limitati, all'interno di un albo fornitori appositamente costituito per tipologia di intervento (aree edile, termoidraulica, impianti fognari, impianti elettrici, impianti ascensori, smaltimento amianto, serramentistica, opere da fabbro, espurgo pozzi neri, sgomberi e disinfestazioni).

 

manutenzione diffusa

Tali interventi - che si possono considerare "urgenti" o comunque indifferibili nel tempo - comprendono ad esempio:

  • la sostituzione della caldaia
  • l'eliminazione di perdite d'acqua da tubazioni deteriorate
  • la riparazione delle coperture
  • il rifacimento degli impianti elettrici

Quando, a seguito di verifica della natura dell'intervento richiesto, si evidenzia la possibilità di rinviare o la necessità di realizzare lo stesso intervento in più unità abitative (ad esempio la sostituzione di finestre vetuste), si considera l'intervento non più urgente e viene gestito con una manutenzione programmata.

 

manutenzione programmata

Le manutenzioni programmate, a seguito delle segnalazioni dell'ufficio Manutenzioni edilizia residenziale, sono approvate dall'assessorato Politiche della residenza in funzione dell'urgenza e dei finanziamenti disponibili. Comprendono, ad esempio:

  • il rifacimento degli impianti fognari condominiali
  • la sostituzione di finestre vetuste con vetro singolo con nuove complete di vetrocamera e guarnizioni
  • la sostituzione di stufe a gas con nuovi impianti termici con caldaia autonoma

I progetti, predisposti da Insula, vengono affidati, una volta approvati, tramite specifiche gare d'appalto. Mediamente vengono realizzati 10 interventi di manutenzione programmata all'anno.

 

rimessa a reddito

Si tratta di interventi di manutenzione, restauro o ristrutturazione rivolti agli alloggi che vengono restituiti a fine locazione all'amministrazione comunale, necessari per una successiva assegnazione. A seconda dello stato qualitativo, si interviene con:

  • manutenzioni leggere (verifica impianti, sostituzione caldaia e tinteggiatura), affidate direttamente a rotazione alle ditte presenti nell'albo fornitori qualificati
  • manutenzione straordinaria, restauro o ristrutturazione (dalla sostituzione delle sole finiture e impianti fino alle modifiche al distributivo interno o alla ristrutturazione con frazionamento di alloggi di ampie dimensioni in più unità abitative)

I progetti, predisposti da Insula, vengono affidati, una volta approvati, tramite specifiche gare d'appalto. Mediamente vengono realizzati 110 interventi di manutenzione programmata all'anno.

 

i numeri

5.913 interventi (dal 2007 al 2015) sul patrimonio pubblico comunale suddivisi tra guasti e manutenzioni urgenti, rimesse a reddito e manutenzioni programmate.
In particolare, dal 2007 le rimesse a reddito degli a
lloggi che vengono restituiti a fine locazione all'amministrazione comunale, necessarie per una successiva assegnazione, sono state 698.

L'inquilino è responsabile civilmente di eventuali danni provocati alle parti comuni degli edifici o degli alloggi a seguito di colpevole omissione della segnalazione di guasto.
In casi di estrema urgenza che possono comportare il rischio di gravi danni a persone e/o cose si consiglia di segnalare l'evento ai Vigili del fuoco (pronto intervento tel. 115, chiamata gratuita).