chi è Insula

Insula è una società interamente pubblica, braccio operativo del Comune di Venezia nella realizzazione di opere e infrastrutture di manutenzione urbana ed edilizia.
Insula programma, progetta, appalta e coordina l'esecuzione di opere e servizi di manutenzione urbana ed edilizia per la città, riunendo in un unico soggetto le competenze progettuali e di stazione appaltante.

 

azionisti e capitale sociale

Sono soci di Insula il Comune di Venezia (72,14% del capitale sociale), Veritas spa (24,73%), Avm spa (2%) e l’Immobiliare veneziana srl (1,13%). Il capitale sociale è di 3.706.000 euro (interamente versato) suddiviso in 370.600 azioni del valore di 10 euro ciascuna.


la nostra storia

Per razionalizzare il sistema delle partecipazioni del Comune e considerando il nuovo scenario legislativo in materia di società pubbliche, dall'1 gennaio 2009 Insula ed Edilvenezia sono state fuse in un’unica importante realtà pubblica.

Insula nasce il 10 luglio 1997 come conseguenza alla legge speciale per Venezia n. 139 del 1992 che rendeva strutturali gli interventi di manutenzione della città, stabilendo che le opere dovessero essere eseguite in modo da garantire omogeneità tecnica nella fase progettuale, coordinamento durante la fase realizzativa e integrazione delle risorse finanziarie. Soci fondatori sono il Comune di Venezia (con il 52% del capitale sociale) e i gestori dei sottoservizi (Società italiana per il gas spa, Aspiv spa, Ismes spa e Telecom Italia spa). Il 6 ottobre 1997 il Comune di Venezia stipula un contratto di servizio decennale con Insula, regolando diritti e obblighi di entrambe le parti. Gli azionisti di Insula rimangono sostanziamente gli stessi fino al 2007, quando - con la cessione delle quote da parte dei soci privati a Vesta spa (ora Veritas spa) - Insula è diventata una società interamente pubblica, rafforzando il suo ruolo di braccio operativo del Comune di Venezia nell'ambito del processo di realizzazione di opere e infrastrutture di manutenzione urbana.

Edilvenezia nasce il 17 maggio 1983 come previsto dalla legge speciale per Venezia n. 171 del 1973 e, in particolare, dal Dpr n. 791/1973 quale strumento operativo destinato ad agire nel campo del recupero dell'edilizia minore del centro storico. Fino all'inizio del 2008 il capitale sociale di Edilvenezia è stato detenuto dallo Stato (attraverso Fintecna spa), dal Comune di Venezia, dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Venezia e dai soci privati (Ance - Associazione costruttori edili e affini - e Coipes spa - Consorzio di iniziative e promozione dell'edilizia sociale) con le seguenti quote: 56,67% Comune di Venezia, 5% Regione Veneto, 5% Provincia di Venezia, 13,33% Fintecna spa, 13,4% Edilsistema srl, 6,6% Coipes scarl. La società, negli anni, è diventata punto di riferimento nel campo della gestione e manutenzione del patrimonio residenziale pubblico. Con l'acquisizione delle quote dei privati da parte di Insula spa nel primo semestre del 2008 e il successivo conferimento da parte del Comune di Venezia delle proprie azioni a Insula, Edilvenezia è diventata una società interamente pubblica.

In seguito alla fusione per incorporazione di Edilvenezia in Insula, il capitale sociale era così suddiviso: 72,14% Comune di Venezia, 26,73% Veritas spa e 1,13% Regione Veneto.

Ad ottobre 2013, Avm spa – holding a cui fanno capo tutte le società della mobilità veneziana (Actv e Pmv) – è diventata socio di Insula spa, con una quota del 2% e ha ceduto a Insula il ramo d’azienda relativo ai lavori pubblici nell’ambito della mobilità.
Nel 2014 si rileva l’ingresso tra i soci di Insula di Ive srl – società per lo sviluppo del territorio veneziano – con una quota dell’1,13%.