Progetto service learning, i bambini per Venezia

7 giugno 2016

immagine dei bambini in campo Santa Margherita mentre gli operai sostituiscono le panchineValorizzare il senso civico, accrescere il senso di appartenenza alla propria comunità e imparare il valore del bene comune. Questa mattina i bambini della scuola dell’infanzia “B. Capitanio” di Venezia hanno festeggiato i risultati del progetto “Service learning, i bambini per Venezia”. A contribuire al progetto sono stati il gruppo anziani della quarta età “Mi vado, ti vien”, gli studenti dell’istituto tecnico “Marinelli Fonte” e Insula che ha partecipato sostituendo due panchine danneggiate dai vandali in campo Santa Margherita.

Lo scopo del progetto era infatti quello di analizzare il territorio per migliorare la città insieme ai “nonni” del gruppo anziani. Insula ha risposto positivamente ai piccoli, concretizzando ciò che avevano osservato: ossia, le panchine di campo Santa Margherita erano distrutte e di conseguenza bambini e anziani non potevano più sedersi, riposare, chiacchierare e giocare. Insula ha così sostituito, intanto, due panchine, mostrando ai bambini, dal vivo, il lavoro degli operai e facendo cogliere l’importanza della tutela del bene comune. Erano presenti l’assessore alle Politiche educative del Comune di Venezia, Paolo Romor, e il presidente di Insula, Paolo Maria Chersevani. A tutti è stato distribuito un piccolo libretto, “Il libretto del buon cittadino”, realizzato dai bimbi e distribuito ai passanti, una sorta di decalogo sui comportamenti corretti per mantenere pulita e bella la nostra città.