attività e servizi

settori d’intervento

I settori in cui Insula opera sono principalmente la manutenzione urbana ordinaria e straordinaria della città, le infrastrutture e i sottoservizi, l’edilizia pubblica. Insula interviene rispettando la fragilità e le peculiarità del contesto veneziano, con metodologie sperimentate che preservano la città antica e al tempo stesso la adeguano alle esigenze di una città moderna.

Inoltre Insula fa in modo di riunire in un’unica occasione le varie necessità di intervento (ad esempio riordino dei sottoservizi, della rete fognaria e della pavimentazione in una calle) così da aprire un unico cantiere e recare meno disagio alla cittadinanza.

Insula, a seguito della fusione con Edilvenezia resa operativa dall’1 gennaio 2009, si occupa della gestione del patrimonio residenziale pubblico, operando nel campo della manutenzione straordinaria e della gestione amministrativa dei rapporti con gli inquilini.

gestione edilizia residenziale pubblica

Il Comune di Venezia, assessorato Politiche della residenza, mette a disposizione della cittadinanza circa 5500 alloggi (di cui il 96% di edilizia residenziale pubblica Erp) a Venezia centro storico, nelle isole e nella terraferma:

  • 5300 comunali
  • 200 di altri enti e privati

Mentre l’assegnazione degli alloggi resta di competenza dell’assessorato comunale, la gestione tecnica e amministrativa è stata affidata a Insula e comprende:

  • l’amministrazione degli alloggi (formalizzazione e gestione del rapporto contrattuale con l’inquilino)
  • la manutenzione straordinaria degli alloggi e delle parti comuni (che è a carico della proprietà)

Le attività di rapporto con gli inquilini sono presidiate dall’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) di Insula.

 

legge e regolamento in materia di edilizia residenziale pubblica

  • Legge regionale 3 novembre 2017, n. 39 (BUR n. 104/2017)

Norme in materia di edilizia residenziale pubblica 
(con le modifiche apportate dalla Legge regionale 25 novembre 2019, n. 44, BUR n. 137/2019)

  • Regolamento regionale 10 agosto 2018, n. 4 (BUR n. 82/2018)

Regolamento regionale in materia di edilizia residenziale pubblica (articolo 49, comma 2, L.R. 39/2017)
(con le modifiche apportate dal Regolamento regionale 19 dicembre 2019, n. 4, BUR n. 146/2019)

 

amministrazione degli alloggi

Ogni anno Insula, attraverso l’Urp, riceve circa 6000 persone, curando in particolare:

  • la stipula dei contratti di locazione
  • la bollettazione degli affitti
  • il censimento e accertamento annuale dei redditi per la determinazione del canone di locazione
  • il monitoraggio degli incassi
  • la gestione delle morosità
  • la gestione dei contributi erogati agli inquilini con problemi sociali
  • la gestione dei rapporti con i condomìni e con enti e privati che concedono alloggi al Comune (ad esempio l’Ater - Azienda territoriale per l’edilizia residenziale della provincia di Venezia, l’Uppi - Unione piccoli proprietari immobiliari, l’Ivssp - Istituzione veneziana servizi sociali alla persona ecc.)
  • la consegna o il ritiro di alloggi, con le attività connesse (rilevazione dello stato dell'alloggio, verifica della chiusura delle utenze ecc.)
  • la cura dei rapporti con gli amministratori dei condomini interamente di proprietà del Comune
  • la cura dei rapporti con gli amministratori dei condomini misti

 

rapporti tra il conduttore (inquilino) e il locatore (Comune di Venezia)

Di seguito trovate il Vademecum inquilini (scarica il pdf) che contiene:

  • la disciplina per l’assegnazione e la fissazione dei canoni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica
  • il manuale d’uso degli alloggi e lo schema di ripartizione, fra Comune e utenti, degli oneri accessori di gestione e di manutenzione

 

manutenzione straordinaria degli alloggi e delle parti comuni

Ogni anno Insula riceve circa 1500 segnalazioni per interventi di manutenzione a fronte delle quali vengono avviati mediamente 1000 interventi.

La manutenzione viene attivata a seguito di segnalazione (da parte dell’inquilino conduttore dell'alloggio, dell’amministratore di condominio, di organi istituzionali o attraverso sopralluoghi con personale interno) dell’Ufficio relazioni con il pubblico, che:

  • effettua le prime valutazioni di merito sulla competenza d’intervento (la manutenzione ordinaria è a carico dell'inquilino, la manutenzione straordinaria è a carico della proprietà)
  • valuta il grado d’urgenza
  • attiva le eventuali azioni di verifica e approfondimento (sopralluogo e accertamenti tecnici).

L’attività viene quindi presa in carico all’ufficio Manutenzioni edilizia residenziale che:

  • constata tipologia ed entità dell’intervento
  • provvede all’affidamento a ditta specializzata, individuata attraverso gare d’appalto o, per importi limitati, all’interno di un albo fornitori appositamente costituito per tipologia di intervento (aree edile, termoidraulica, impianti fognari, impianti elettrici, impianti ascensori, smaltimento amianto, serramentistica, opere da fabbro, espurgo pozzi neri, sgomberi e disinfestazioni).

 

manutenzione diffusa

Tali interventi - che si possono considerare urgenti” o comunque indifferibili nel tempo - comprendono ad esempio:

  • la sostituzione della caldaia
  • l’eliminazione di perdite d’acqua da tubazioni deteriorate
  • la riparazione delle coperture
  • il rifacimento degli impianti elettrici

Quando, a seguito di verifica della natura dell’intervento richiesto, si evidenzia la possibilità di rinviare o la necessità di realizzare lo stesso intervento in più unità abitative (ad esempio la sostituzione di finestre vetuste), si considera l’intervento non più urgente e viene gestito con una manutenzione programmata.

 

manutenzione programmata

Le manutenzioni programmate, a seguito delle segnalazioni dell’ufficio Manutenzioni edilizia residenziale, sono approvate dall’assessorato Politiche della residenza in funzione dell’urgenza e dei finanziamenti disponibili. Comprendono, ad esempio:

  • il rifacimento degli impianti fognari condominiali
  • la sostituzione di finestre vetuste con vetro singolo con nuove complete di vetrocamera e guarnizioni
  • la sostituzione di stufe a gas con nuovi impianti termici con caldaia autonoma

I progetti, predisposti da Insula, vengono affidati, una volta approvati, tramite specifiche gare d’appalto.

 

rimessa a reddito

Si tratta di interventi di manutenzione, restauro o ristrutturazione rivolti agli alloggi che vengono restituiti a fine locazione all’Amministrazione comunale, necessari per una successiva assegnazione. A seconda dello stato qualitativo, si interviene con:

  • manutenzioni leggere (verifica impianti, sostituzione caldaia e tinteggiatura), affidate direttamente a rotazione alle ditte presenti nell’albo fornitori qualificati
  • manutenzione straordinaria, restauro o ristrutturazione (dalla sostituzione delle sole finiture e impianti fino alle modifiche al distributivo interno o alla ristrutturazione con frazionamento di alloggi di ampie dimensioni in più unità abitative).

I progetti, predisposti da Insula, vengono affidati, una volta approvati, tramite specifiche gare d’appalto.

L’inquilino è responsabile civilmente di eventuali danni provocati alle parti comuni degli edifici o degli alloggi a seguito di colpevole omissione della segnalazione di guasto.
In casi di estrema urgenza che possono comportare il rischio di gravi danni a persone e/o cose si consiglia di segnalare l’evento ai Vigili del fuoco (pronto intervento tel. 115, chiamata gratuita).

gestione sottosuolo

 

A partire dal 2014, Insula supporta il Comune di Venezia nelle attività di coordinamento e gestione delle manomissioni del suolo e sottosuolo pubblico del Comune di Venezia conseguenti al nuovo Regolamento comunale. In particolare, l’ufficio Gestione sottosuolo si occupa:

  • dell’emissione di pareri tecnici necessari all'attività istruttoria delle domande di manomissione del suolo e sottosuolo comunale rilasciate dal Comune di Venezia (Municipalità territorialmente competenti) ai privati, a enti e aziende di gestione di pubblici servizi a rete;
  • del controllo e della sorveglianza degli interventi di manomissione autorizzati.

La presentazione delle istanze, la loro protocollazione, l’accoglimento di integrazioni ecc. viene effettuata presso le Municipalità territorialmente competenti. Per informazioni sulla modulistica, vai alla pagina del sito del Comune di Venezia dedicata a Occupazione e manomissione del suolo.

 

Oltre alle attività connesse alle istanze di manomissione previste dal Regolamento comunale, l’ufficio si occupa:

  • della gestione dei rapporti con gli enti gestori dei sottoservizi, durante le attività di progettazione e realizzazione delle opere di cui al contratto di servizio;
  • della gestione dei rapporti contrattuali con gli enti e della ripartizione dei costi relativi alle opere e alle attività funzionali alle infrastrutture di pubblici servizi.

 

la sede

ufficio gestione sottosuolo

Santa Croce 489
30135 Venezia

 

si riceve su appuntamento

info@insula.it
041 2724354

 

responsabile dell’ufficio gestione sottosuolo

geom. Roberto Greppi

collaborazioni

Insula è una società strumentale, a totale partecipazione pubblica, costituita per seguire le fasi di progettazione, affidamento, realizzazione e coordinamento degli interventi sulle infrastrutture urbane, la viabilità e il patrimonio immobiliare a uso residenziale di proprietà o in gestione al Comune di Venezia.
vai alla pagina attività/settori d’intervento

Sempre nell’ambito della manutenzione urbana, Insula si occupa:

  • della gestione delle modalità di intervento sulle pavimentazioni storiche veneziane, secondo il protocollo sottoscritto tra Comune e Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici;
  • dell’istruttoria per gli interventi su pubblici servizi a rete relativi alle autorizzazioni della manomissione del sottosuolo rilasciate dal Comune di Venezia;
  • altri servizi.

Insula, inoltre, svolge direttamente per il Comune, per altre società comunali o per terzi come attività non prevalente le seguenti attività:

  • tecniche, amministrative, organizzative per interventi di nuova progettazione, di manutenzione urbana e immobiliare, riqualificazione ambiente lagunare e del più vasto territorio comunale.

 

tariffario per collaborazioni, servizi, attività non prevalenti

Le attività di collaborazione sono remunerate a costo orario (vedi tabelle sottostanti) oppure a parcella o con contratti di servizio appositamente negoziati.

 

qualifica tecnica
livello costo (euro/ora)
quadro 67
44
34
27

 

qualifica amministrativa
livello costo (euro/ora)
quadro 64
44
32
25

I costi non comprendono le spese generali, da valutare in relazione all’oggetto della collaborazione.

schema clausola risolutiva antimafia

Art. (.) Clausola risolutiva espressa in caso di esito interdittivo delle informative antimafia

Il presente contratto è risolto immediatamente e automaticamente, previa revoca dell’autorizzazione al subappalto, qualora dovessero essere comunicate dalla prefettura informazioni interdittive di cui all’art. 91 dlgs 159/2011.

schema clausola comunicazione di tentativi di estorsione

Art. (.) Obbligo di comunicazione di tentativi di estorsione

Fermo restando l’obbligo di denuncia all’Autorità giudiziaria, il subappaltatore/subcontraente si impegna a riferire tempestivamente alla stazione appaltante ogni illecita richiesta di denaro, prestazione o altra utilità ovvero offerta di protezione, che venga avanzata nel corso dell’esecuzione dei lavori nei confronti di un proprio rappresentante, agente o dipendente.

schema clausola Protocollo di legalità

Art. (.) Protocollo di legalità

Le parti si impegnano a rispettare tutte le clausole pattizie di cui al Protocollo di legalità siglato il 7 settembre 2015 da Prefetture della Regione Veneto, Unione Province d’Italia Veneto (Upi Veneto), associazione nazionale dei Comuni del Veneto (Anci Veneto) e Regione Veneto pubblicato nel sito internet della Prefettura di Venezia e che qui si intende integralmente riportato come parte integrante del presente contratto, e ne accettano incondizionatamente il contenuto e gli effetti.

schema clausola C/C dedicato

Art. (.) Comunicazione del C/C dedicato

1. Ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari prevista dall’art. 3 della l. 136/2010 il subappaltatore utilizza il seguente conto corrente bancario / postale:
banca ...., Abi ...., filiale di ...., Cab ...., c/c n. ...., Iban ....,
su cui vengono registrati tutti i movimenti finanziari relativi alla presente commessa secondo quanto previsto dalla norma citata.

2. Le generalità e il codice fiscale delle persone delegate a operare su di esso sono le seguenti:
cognome e nome, data e luogo di nascita, codice fiscale

3. Il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni costituisce causa di risoluzione del contratto.

schema clausola flussi finanziari

Art. (.) Obblighi del subappaltatore relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari

1. L’impresa (.), in qualità di subappaltatore dell’impresa (.) nell’ambito del contratto sottoscritto con Insula spa, identificato con il CIG n. (.)/CUP n. (.), assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.

2. L’impresa (.), in qualità di subappaltatore dell’impresa (.), si impegna a dare immediata comunicazione a Insula spa della notizia dell’inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria.

3. L’inadempimento degli obblighi sopra richiamati determina la risoluzione del presente contratto.

comunicare il SUBCONTRATTO "SENSIBILE"

Sono definite come maggiormente esposte a rischio di infiltrazione mafiosa, ai sensi dell'art. 1, comma 53, della L. 6 novembre 2012, n.190 (modificato dall'art. 4-bis del d.l. 8 aprile 2020, n.23, convertito con modificazioni dalla L. 5 giugno 2020, n.40) le seguenti attività c.d. “sensibili”:

  • estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti;
  • fornitura e/o trasporto di calcestruzzo;
  • confezionamento, fornitura e trasporto di calcestruzzo e di bitume;
  • noli a freddo di macchinari;
  • fornitura di ferro lavorato;
  • fornitura con posa in opera e noli a caldo (qualora il contratto non debba essere assimilato al subappalto ai sensi dell’articolo 105, comma 2, quarto periodo, del dlgs 20/2016 e smi);
  • autotrasporti per conto di terzi;
  • guardiania dei cantieri;
  • servizi funerari e cimiteriali;
  • ristorazione, gestione delle mense e catering;
  • servizi ambientali, comprese le attività di raccolta, di trasporto nazionale e transfrontaliero, anche per conto di terzi, di trattamento e di smaltimento dei rifiuti, nonché le attività di risanamento e di bonifica e gli altri servizi connessi alla gestione dei rifiuti.

Non possono essere oggetto di subaffidamenti i contratti aventi ad oggetto le prestazioni cosiddette "sensibili" sopra elencate a favore di soggetti che abbiano partecipato in qualsiasi forma alla medesima procedura di affidamento relativa all’appalto principale.

 

Documenti subcontratto "sensibile"

 

1. Comunicazione di subcontratto “sensibile”

L'Appaltatore che intende comunicare il subaffidamento ha l'obbligo, prima dell'inizio della prestazione, di indicare ad Insula il nome del sub-contraente, l'oggetto e l'importo della prestazione affidata.
Si invita a trasmettere idonea comunicazione, sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante, a mezzo pec all'indirizzo appalti.insula@pec.it, utilizzando il modello predisposto:
Modulo 1 - Comunicazione di subcontratto sensibile scarica il pdf

ATTENZIONE: utilizzare sempre la modulistica aggiornata all'ultima versione disponibile, reperibile dalla home page del sito di Insula alla presente sezione "Subappalti".
L'ultima versione attualmente disponibile è aggiornata al 01 di settembre 2021.

Si prega, inoltre, di prendere visione dell'Informativa - Trattamento dei dati personali

scarica il pdf

 

Alla comunicazione di subaffidamento si chiede di allegare quanto segue:

2. Copia del contratto sottoscritto con il subcontraente

Il contratto deve riportare:

  • la clausola relativa all’assolvimento degli obblighi previsti dall’art. 3 della legge 136/2010 a garantire la tracciabilità dei flussi finanziari:
    Art. (...) Obblighi del subappaltatore relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari
    "1. L’impresa (.), in qualità di subappaltatore dell’impresa (.) nell’ambito del contratto sottoscritto con Insula spa, identificato con il CIG n. (.)/CUP n. (.), assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.
    2. L’impresa (.), in qualità di subappaltatore dell’impresa (.), si impegna a dare immediata comunicazione a Insula spa della notizia dell’inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria.
    3. L’inadempimento degli obblighi sopra richiamati determina la risoluzione del presente contratto".
    in assenza di tale clausola il subappalto non sarà autorizzato
  • l’indicazione del c/c dedicato su cui verranno effettuati i pagamenti al subappaltatore:
    Art. (...) Comunicazione del C/C dedicato
    "1. Ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari prevista dall’art. 3 della l. 136/2010 il subappaltatore utilizza il seguente conto corrente bancario / postale: banca ...., Abi ...., filiale di ...., Cab ...., c/c n. ...., Iban ...., su cui vengono registrati tutti i movimenti finanziari relativi alla presente commessa secondo quanto previsto dalla norma citata.
    2. Le generalità e il codice fiscale delle persone delegate a operare su di esso sono le seguenti: cognome e nome, data e luogo di nascita, codice fiscale.
    3. Il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni costituisce causa di risoluzione del contratto".
  • la clausola relativa all'obbligo di comunicazione di tentativi di estorsione:
    Art. (...) Obbligo di comunicazione di tentativi di estorsione
    "Fermo restando l’obbligo di denuncia all’Autorità giudiziaria, il subappaltatore si impegna a riferire tempestivamente alla stazione appaltante ogni illecita richiesta di denaro, prestazione o altra utilità ovvero offerta di protezione, che venga avanzata nel corso dell’esecuzione dei lavori nei confronti di un proprio rappresentante, agente o dipendente";
  • la clausola risolutiva espressa in caso di esito interdittivo delle informative antimafia
    Art. (...) Clausola risolutiva espressa in caso di esito interdittivo delle informative antimafia
    "Il presente contratto è risolto immediatamente e automaticamente, previa revoca dell’autorizzazione al subappalto, qualora dovessero essere comunicate dalla prefettura informazioni interdittive di cui all’art. 91 dlgs 159/2011".

 

3. Dichiarazione sulla composizione societaria

Si invita a utilizzare il modello predisposto da Insula spa:
Modulo 7 - Dichiarazione sostitutiva sulla composizione societaria ex art. 1 D.P.C.M. 11 maggio 1991, n. 187 scarica il pdf

 

Le dichiarazioni devono essere firmate digitalmente dai sottoscrittori.
(in caso, eccezionale, di impossibilità di sottoscrizione con firma digitale dovrà essere obbligatoriamente allegata copia di valido documento di identità dei sottoscrittori)

 

bandi di gara e contratti

In questa sezione sono pubblicati i bandi di gara, gli avvisi, gli esiti di Insula spa suddivisi in:

In particolare potete consultare e scaricare in formato pdf il testo integrale del bando e tutti gli altri documenti utili, incluse le graduatorie provvisorie e gli esiti.

 

Adempimento ex comma 32 dell’art. 1 della legge 190/2012

In ottemperanza a quanto prescritto dal comma 32 dell’art. 1 della legge 190/2012, si indica di seguito l’url di pubblicazione dei dati degli appalti di Insula spa:

I dati sono stati pubblicati in formato digitale standard aperto, seguendo le indicazioni fornite dall’Avcp con deliberazione 26/2013.

ufficio relazioni con il pubblico Urp

la sede

piazzale Roma (area Veritas), Santa Croce 489, 30135 Venezia

scarica la mappa

 

gli orari di apertura al pubblico

dal lunedì al venerdì (9-12) solo su appuntamento contattando il numero verde 800 31 17 22

 

i servizi

gestione locazioni

  • informazioni e richieste relative all’autogestione e spese condominiali
  • stipula e disdetta del contratto di locazione
  • ricezione della documentazione utile all’accertamento annuale dei redditi degli inquilini ai fini del calcolo del canone di locazione (art. 20 della Lr 10/1996)
  • informazioni sui canoni di affitto, sui pagamenti effettuati e da effettuare, recupero morosità
  • modulistica e informazioni per richieste di ricalcolo a seguito di variazione anagrafica o reddituale del nucleo assegnatario

manutenzione edilizia residenziale

  • segnalazioni di guasti da parte degli inquilini e richieste di interventi di manutenzione
  • richieste di informazioni relative agli interventi di manutenzione programmata

segnalazione disservizi a viabilità e fognature pubbliche
(gestione territoriale)

informazioni sulle attività della società e sui cantieri

(edilizia / infrastrutture urbane e viabilità)

  • informazioni sulle attività della società
  • informazioni sui progetti
  • informazioni sui cantieri aperti
  • informazioni sulle aree che verranno in futuro coinvolte dagli interventi
  • informazioni sul posizionamento delle fognature o di altri sottoservizi

 

per contattare l’Urp

urp@insula.it

gestione locazioni e manutenzione edilizia residenziale

800 31 17 22 numero verde dal lunedì al venerdì (9-12)

segnalazioni disservizi a viabilità e fognature pubbliche
(gestione territoriale)

800 11 11 72 numero verde dal lunedì al venerdì (9-17)
call center automatico al di fuori dell’orario di servizio (17-9) e nei giorni festivi

informazioni sulle attività della società e sui cantieri
(edilizia / infrastrutture urbane e viabilità)

800 11 11 72 numero verde dal lunedì al venerdì (9-17)


amministrazioni condominiali e inquilini amministrati

800 89 43 22 dal lunedì al venerdì (9-17)

 


Si avvisa che l'Ufficio relazioni con il pubblico rimarrà chiuso in occasione delle festività dei Santi, da giovedì 1 novembre a domenica 4 novembre. L’Urp riaprirà regolarmente lunedì 5 novembre 2012.

gestione territoriale

A partire dal 2005, grazie al supporto di Insula, il Comune di Venezia ha intensificato l’opera di manutenzione di Venezia, Murano, Burano, Mazzorbo, Lido, Pellestrina, Sant’Erasmo e Vignole. Attraverso tale servizio, da un lato vengono riparate, ad esempio, buche o avvallamenti della pavimentazione, ringhiere instabili, fognature intasate, pietre e mattoni in bilico, dall’altro si garantisce il buon mantenimento delle strutture già coinvolte da un intervento di risanamento complessivo.

Per segnalare gli interventi urgenti, i cittadini possono telefonare al numero verde dedicato. Insula, una volta ricevuta la segnalazione, allerta il tecnico referente della zona in questione, coordina il sopralluogo con le squadre di pronto intervento (costituite da imprese con sede sul posto) e adotta tutti i provvedimenti necessari.

Il servizio ha come primo obiettivo la messa in sicurezza del luogo interessato; nel caso di piccoli interventi si procederà direttamente al ripristino funzionale. A volte, nel momento in cui viene chiarita l’origine della segnalazione al numero verde di Insula e dopo una valutazione oggettiva di quanto denunciato (attraverso un sopralluogo), l’intervento richiesto viene inserito in un programma sulla base della criticità della situazione.

Quando possibile, le opere sulla viabilità e sulla fognatura pubbliche vengono integrate con le necessità di manutenzione delle reti tecnologiche (luce, gas, acqua e telefonia) segnalate dai gestori; ciò al fine di risolvere il problema manifestatosi e di affrontare altre esigenze in maniera radicale con un unico intervento.


per segnalare disservizi a viabilità e fognature pubbliche i cittadini possono telefonare al numero verde

800 11 11 72

dal lunedì al venerdì (9-17)
call center automatico fuori dall’orario di servizio (17-9) e nei giorni festivi

 

Venezia e Murano

  • interventi sulla pavimentazione pedonale
  • interventi sulla pavimentazione carrabile in asfalto, manutenzione della segnaletica stradale
    e servizio neve a piazzale Roma e al Tronchetto (e relative rampe)
  • pulizia e riparazione di collettori fognari pubblici e della rete pubblica delle acque piovane
  • pulizia o sostituzione di pozzetti, caditoie o chiusini fognari pubblici
  • recupero funzionale e strutturale dei ponti
  • manutenzione di ringhiere e parapetti
  • scavo dei rii
  • manutenzione di muri di sponda, listoline e rive di canali interni
  • presidio centraline di sollevamento acque nere

 

Burano e Mazzorbo

  • interventi sulla pavimentazione pedonale
  • pulizia e riparazione di collettori fognari pubblici e della rete pubblica delle acque piovane
  • pulizia o sostituzione di pozzetti, caditoie o chiusini fognari pubblici
  • recupero funzionale e strutturale dei ponti
  • manutenzione di ringhiere e parapetti
  • manutenzione di muri di sponda, listoline e rive dei canali interni a Burano e Mazzorbo
  • presidio centraline di sollevamento acque nere

 

Pellestrina

  • interventi sulla pavimentazione pedonale
  • interventi sulla pavimentazione carrabile in asfalto e manutenzione della segnaletica stradale
  • pulizia e riparazione di collettori fognari pubblici e della rete pubblica delle acque piovane
  • pulizia o sostituzione di pozzetti, caditoie o chiusini fognari pubblici
  • servizio neve
  • presidio centraline di sollevamento acque nere

 

Lido

  • interventi sulla pavimentazione pedonale
  • interventi sulla pavimentazione carrabile in asfalto e manutenzione della segnaletica stradale
  • pulizia e riparazione delle reti fognarie bianche e miste
  • servizio neve

 

Sant’Erasmo e Vignole

  • interventi sulla pavimentazione carrabile in asfalto e manutenzione della segnaletica stradale
  • servizio neve a Sant’Erasmo

attività e servizi

I CONTENUTI SONO IN FASE DI AGGIORNAMENTO

I settori in cui Insula opera sono principalmente la manutenzione urbana ordinaria e straordinaria della città, le infrastrutture e i sottoservizi, gli interventi funzionali e strumentali alla mobilità, l’edilizia pubblica. Insula interviene rispettando la fragilità e le peculiarità del contesto veneziano, con metodologie sperimentate che preservano la città antica e al tempo stesso la adeguano alle esigenze di una città moderna.

Inoltre Insula fa in modo di riunire in un’unica occasione le varie necessità di intervento (ad esempio riordino dei sottoservizi, della rete fognaria e della pavimentazione in una calle) così da aprire un unico cantiere e recare meno disagio alla cittadinanza.

Insula, a seguito della fusione con Edilvenezia resa operativa dall’1 gennaio 2009, si occupa della gestione del patrimonio residenziale pubblico, operando nel campo della manutenzione straordinaria e della gestione amministrativa dei rapporti con gli inquilini.